Skip to main content

Embajada de España
ante la Santa Sede

PALAZZO DI SPAGNA
Piazza di Spagna, 57
00187 Roma

emb.santasede@maec.es

Embajada de España
ante la Santa Sede

PALAZZO DI SPAGNA
Piazza di Spagna, 57
00187 Roma

emb.santasede@maec.es

I RIUNIONE UE-CELAC PRESIEDUTA DAL SEGRETARIO DI STATO DI SUA SANTITÀ, S. Em. R. IL CARDINALE PIETRO PAROLIN

Il 20 marzo questo Palazzo di Spagna ha accolto la riunione di Ambasciatori UE-CELAC presieduta dal Segretario di Stato di Sua Santità, S. Em. R. il Cardinale Pietro Parolin.


All’atto, co-organizzato dalle Ambasciate di Spagna, Panama e UE accreditate presso la Santa Sede e dalla Segreteria di Stato Vaticana, hanno partecipato rappresentanti di tutti i paesi UE-CELAC accreditati presso la Santa Sede residenti a Roma.


L'evento, che ha evocato lo stesso spirito di collaborazione che ha caratterizzato il Vertice UE-CELAC tenutosi a Bruxelles nel mese di luglio 2023 durante la Presidenza spagnola dell’UE, è stato inaugurato dall’Ambasciatore Sig.ra Isabel Celaá, anfitrione della riunione. Dopo il benvenuto dell’Ambasciatore Celaá, sono intervenute l’Ambasciatore Sig.ra Miroslava Rosas Vargas, in qualità di Decano del Corpo Diplomatico dei paesi GRULAC, e l’Ambasciatore Sig.ra Alexandra Valkenburg, in qualità di Delegata dell’UE accreditata presso la Santa Sede, in rappresenza dei paesi UE.


Successivamente, S. Em. R. il Cardinale Pietro Parolin ha offerto ai convenuti un’interessante riflessione sulle potenzialità della collaborazione tra la Santa Sede e i paesi UE-CELAC nei numerosi temi di interesse comune, quali il mantenimento della pace a livello mondiale o la cura del medio ambiente.


Durante la sua allocuzione, l’Ambasciatore Celaá ha sottolineato l’importanza del multilateralismo, ricordando che i paesi UE-CELAC rappresentano oltre un terzo dei membri delle Nazioni Unite e che sono le regioni più strettamente allineate al mondo in quanto a interessi e valori condivisi nel rispetto dei diritti umani, la protezione del pianeta, l'ordine internazionale, basato su regole, e una cultura di pace.


Nel trascorso della riunione, caratterizzata da grande cordialità e cooperazione, sono intervenuti numerosi partecipanti offrendo, con i propri interventi, degli interessanti punti di vista sugli argomenti affrontati. L’evento si è concluso con il desiderio di tutti di continuare a celebrare successive riunione dello stesso ciclo.